BUGGERONE

“Rimanere buggerati” vuol dire restare fregati.
In origine (in etimologia) la cosa era un tantino più pesante:”buggerare” prima di diventare sinonimo di “ingannare”, “fregare”, buggerare significava infatti “sodomizzare”. Sic et simpliciter.
Buggerone viene da “bu(l)garo”: in inglese, “bugger”, in francese “boulgre”, o “bougre”.
Presso di noi i bulgari non godono buona reputazione. Al di fuori delle pratiche sessuali, quando si vuole indicare un successo elettorale plebiscitario, e quindi sospetto, si parla sempre di “percentuali bulgare”.
Insomma, questo popolo non viene considerato il massimo della civiltà. Tutto nasce dai càtari, gli eretici del XIII secolo, originari di quelle zone. In quanto eretici, i catari vennero accusati dei peccati peggiori, tra i quali la sodomia: da Sodoma, la città distrutta da Dio per il comportamento sessuale dei suoi abitanti, un vasto campionario che comprendeva l’omosessualità, ma andava anche oltre.
Il buggerone è un sodomita attivo: uno che buggera, in senso letterale. In base all’ideologia spietatamente maschilista che tuttora governa saldamente la nostra cultura (diciamo così), meglio un sodomita attivo che uno passivo: ma il buggerone resta pur sempre un sodomita. Uno che se la fa con gli uomini.